Blog

Quattro film restaurati dalla Cineteca di Bologna andranno a Venezia
17
lug
Quattro film restaurati dalla Cineteca di Bologna andranno a Venezia
Alla 70esima ‘Mostra del cinema di Venezia‘, in programma dal 28 agosto al 7 settembre, nella sezione ‘Venezia Classici’, saranno proiettati ‘Paisà’ di Roberto Rossellini, ‘Vaghe stelle dell’Orsa’ di Luchino Visconti, ‘Pane e cioccolata’ di Franco Brusati, ‘La proprietà non è più un furto’ di Elio Petri, tutti restaurati dal laboratorio ‘L’immagine ritrovata’ della Cineteca di Bologna.
Nelle 4 pellicole, l’evoluzione del linguaggio cinematografico italiano si intreccia ai della storia e della cronaca nazionale. ’Paisà’, in puro stile neorealista, si avvale di attori non professionisti, racconta l’avanzata delle truppe alleate dalla Sicilia al Nord, in 6 episodi. ’Vaghe stelle dell’Orsa’, vinse il Leone d’Oro a Venezia nel 1969. Ha come protagonisti la bellissima Claudia Cardinale e l’attore francese Jean Sorel. Anche in questo film c’è l’eco della guerra: la Cardinale è Sandra, che insieme al marito Andrew (Sorel), torna nella sua città natale, Volterra, per intitolare un parco al padre, scienziato ebreo morto nei campi di concentramento. Qui ritrova la madre, ricoverata in manicomio, il patrigno, sospettato di aver venduto il padre ai nazisti e il fratello Gianni, che sta scrivendo un romanzo autobiografico, ’Vaghe stelle dell’Orsa’, che è l’incipit de ’Le ricordanze’ di Giacomo Leopardi. ’Pane e cioccolata’ è la trasposizione, sul grande schermo, dell’odissea, a tratti comica a tratti drammatica, di un’immigrato italiano in Svizzera, interpretato da Nino Manfredi. Nel cast, anche, Johnny Dorelli. ’La proprietà non è più un furto’ è la terza parte di un’analisi di Petri sulla nevrosi, iniziata nel 1970 con ‘Indagine di un cittadino al di sopra di ogni sospetto‘, in cui sviscera quella del potere; proseguita nel 1971con ‘La classe operaia va in Paradiso‘, in cui domina quella  del lavoro e conclusasi nel 1973 con, appunto, ‘La proprietà non è più un furto’. E’ la storia, dai toni grotteschi, di Total (Flavio Bucci), impiegato di banca che odia il denaro. Bersaglio della sua frustrazione è un ricco macellaio (Ugo Tognazzi). Nel cast, anche, Gigi Proietti e Salvo Randone. I 4 film sono stati girati tra il 1946, ‘Paisà’ e il 1973, ‘Pane e cioccolata’ e ‘La proprietà non è più un furto’, mentre quello di Visconti è stato realizzato nel 1965 e sono stati restaurati dalla Cineteca di Bologna in collaborazione con diversi partner, tra cui la Cineteca Nazionale, l’Istituto Luce, il Musei del Cinema di Torino, la Sony Pictures Entertainment e la Lucky Red.
(Photocredit)