Blog

Mozart raccontato da Augias e Modugno
23
lug
Mozart raccontato da Augias e Modugno

 

Ai Giardini Cubo, questa sera si parla di Mozart, all’interno della rassegna ‘Chopin, Mozart, Beethoven – La musica raccxontata’. A raccontare il celebre musicista di Salisburgo, alle 21.30, saranno il giornalista Corrado Augias e il musicista bolognese Giuseppe Fausto Modugno.

Ad Augias il compito di raccontare la breve vita del genio austriaco, morto a soli 35 anni. A soli 3 anni batteva sui tasti del clavicembalo, a 4 suonava piccoli brani e a 5 già componeva. Nel 1770, a 14 anni, Mozart soggiornò a Bologna, nel mesi di marzo e ottobre. Durante la sua permanenza nel capoluogo emiliano, ospite del conte Gian Luca Pallavicini, incontrò diversi musicisti e studiosi italiani e deuropei, come il castrato Farinelli, la soprano Lucrezia Agujari, i compositori Vincenzo Manfredini e Josef Mysliveček, lo storico della musica Charles Burney. Prese lezioni di contrappunto dal più grande teorico musicale, esperto internazionale nel contrappunto barocco, padre Giovanni Battista Martini. Mozart fu compositore assai prolifico e si cimentò con diversi generi, dalla musica da camera alla sinfonia, dal melodramma alla musica sacra. Alcuni numeri della sua sterminata produzione: 22 opere, tra cui le più famose sono Le nozze di Figaro, 1786, Don Giovanni, 1787e Così fan tutte, 1790; 11 messe; 43 sinfonie; 47 concerti; 18 sonate per pianoforte; 15 sonate per pianoforte e violino; 15 sonate per clavicembalo; 17 sonate da Chiesa; 18 tra duetti, trii e quartetti; 13 tra divertimenti e serenate per soli fiati; 6 divertimenti per fiati e archi. La sua morte, avvenbuta nel 1791, è avvolta nel mistero. L’unica certezza è che lasciò incompiuto la ‘Messa da Requiem’. A Giuseppe Fausto Modugno, invece, il compito di eseguire brani celebri dell’opera mozartiana, spiegando le curiosità legate a questi capolavori.

Info qui

(Photocredit)