Blog

Il Bi-Bo-Tour
17
ott
Il Bi-Bo-Tour

 

Bologna da un altro punto di vista. E’ quanto propone l’associazione ‘Primavera Urbana’ con il Bi-Bo-tour.

Un giro sotto le Due Torri a bordo di un risciò, con pedalata assistita, già in dotazione dentro le mura di Bologna da 3 anni, con una colonna sonora jazz o ascoltando una voce dal passato che vi racconta leggende del patrimonio popolare bolognese. Al momento, gli itinerari tra cui scegliere sono due: ‘Bologna città della musica’ e ‘Bologna tra storia e leggende’. I visitatori fanno tutto da sé: i risciò sono attrezzati con dei tablet sui quali selezionare i contenuti desiderati, sia video che audio. Ogni click un approfondimento corredato di aneddoti sconosciuti. Per ‘Bologna città della musica’ si passa dal conservatorio, emblema della musica classica; da via Orefici dove c’è la strada del jazz; dalla casa di Lucio Dalla; da via del Pratello, sede di Radio Alice nel 1977; in via Galliera, indirizzo del centro sociale ‘Isola nel Kantiere’, dove si sono fatti le ossa Neffa e Isola Posse. ‘Bologna tra storia e leggende’ è un tour più classico, che parte da piazza Maggiore, passa dal Nettuno, dai palazzi storici, dal ghetto ebraico e sotto le Due Torri. Con una particolarità: in mezzo alle Due Torri può passare solo il risciò. Si continua per piazza delle Mercanzie, piazza Santo Stefani, l’Archiginnasio, fino a Palazzo Pepoli. I tour hanno due varianti di orario, da 30 minuti, per 18 euro o da 1 ora per 30 euro e sono disponibili il sabato, la domenica e i giorni festivi, in due lingue, italiano e inglese. I risciò hanno una capienza di 3 persone e sono guidati da due rifugiati libici, in Italia dal 2011.

(Photocredit)