Blog

Bologna ‘non è una città per vecchi’
08
ago
Bologna ‘non è una città per vecchi’

Bologna ‘baby boom’. Mentre l’Italia diventa ogni giorno di più un ‘Paese per vecchi’, parafrasando il titolo di un celebre film dei fratelli Coen, ‘Non è un paese per vecchi‘, del 2007, il capoluogo emiliano incrementa la sua popolazione grazie a nuove nascite.

Secondo l’ufficio Statistica del Comune, a Bologna vivono 384.991 persone, e nei primi sei mesi del 2013, sotto le Due Torri sono nati 1.477 bambini. Bologna si conferma, così, una città a ‘vocazione giovane’, dove non si ha paura del futuro ma, anzi, si cercano sempre nuove prospettive. E proprio perché è una città che rompe con la tradizione, in controtendenza i matrimoni: nel primo semestre del 2013 ne sono stati celebrati solo 422, il 9,6% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e sette coppie su dieci optano per il rito civile. Insomma, a Bologna ci si sposa di meno ma ci si ‘ama’ di più. Del resto, qualche mese fa, la città ha vinto un contest, lanciato da una nota marca di profilattici, come ‘Loveville‘ d’Italia. Si ha più fiducia nel futuro e si creano nuove generazioni. Sarà, anche, per questo che in tanti preferiscono trasferirsi sotto le Due Torri: 8.299 nuovi residenti. Non sono da meno gli stranieri, 1.977 in più rispetto al 2012, arrivando a costituire il 14,7% della popolazione bolognese.

(Photocredit)