Blog

Bologna aperta per ferie, invasa dai turisti
07
ago
Bologna aperta per ferie, invasa dai turisti

Bologna aperta per feria. I bolognesi non partono e i turisti sono in aumento, sotto le Due Torri, nonostante il solleone di agosto.

Non solo chiese e monumenti aperti, rassegne estive cinematografiche, musicali e culturali ma, anche, osterie aperte dove gustare un piatto di tagliatelle, buone per tutte le stagioni, con un bicchiere di lambrusco fresco; bar dove guatare l’aperitivo; gastronome dove trovare leccornie senza accaldarsi davanti ai fornelli e negozi dove fare shopping, più conveniente grazie ai saldi. Non solo: ci sono anche deliziosi mercatini dove trovare qualcosa di particolare o portarsi a casa veri e propri affari. Tra i più gettonati quello della ‘Piazzola’. “Noi siamo sempre aperti ad agosto e alla fine viene molta gente. Vengono i bolognesi, ma vengono anche molti turisti che addirittura fotografano i nostri prodotti”, spiega Davide Simoni, titolare dell’omonima salumeria, a corriere.it. A vincere, ancora una volta, nei menù proposti da ristoranti e gastronomie, la cucina tradizionale bolognese, chiesta, soprattutto, dai turisti stranieri che arrivano da Germania, Francia e Spagna ma, anche, da Russia, Turchia, Cina, Giappone ed Europa dell’est, complici le tariffe low cost di Ryanair su Bologna. Così, ristoranti e alberghi si riempiono, con buona pace dei gestori. Tra i servizi turistici preferiti dagli stranieri, il giro della città a bordo del City Red Bus. Ma i commercianti denunciano una nota dolente: il Comune deve fare di più se non vuole perdere questa meravigliosa opportunità. Al momento i turisti non sembrano preoccuparsi di eventuali carenze organizzative e si godono lo splendido panorama dall’alto della Torre degli Asinelli, uno dei luoghi simbolo di Bologna.

(Photocredit)